Musica & concerti

Curon / Graun

Aggiungi al preferiti
Condividere

La popolazione si oppose tanto energicamente quanto invano: nel 1950, Curon, paesino dell'Alta Val Venosta, fu completamente sommerso dalle acque per...

La popolazione si oppose tanto energicamente quanto invano: nel 1950, Curon, paesino dell'Alta Val Venosta, fu completamente sommerso dalle acque per far posto a un bacino artificiale; ne è rimasto solo il campanile di Sant'Anna, che spunta dall'acqua come muto ammonimento. Questo campanile è il filo conduttore di Curon / Graun, teatro musicale senza persone e voci che rispecchia il paese rimasto senz'anime. Il dramma è narrato attraverso diverse versioni di Fratres e il rintocco evocato in Cantus in memory of Benjamin Britten, entrambe tra le più note composizioni di
Arvo Pärt. L'evacuazione forzata e l'inondazione (ne rimase sommersa anche gran parte di Resia che diede il nome al lago) vengono narrate con forza; il rintocco della campana assume un significato metaforico. La vicenda, dagli aspetti anche inevitabilmente politici, s'immerge in una dimensione spirituale che riporta alle origini più profonde del teatro: il silenzio.


validato dalla redazione



Musica


Genere

Classica/Opera


Implementazione

Direttore: Stefano Ferrario
Direzione: Filippo Andreatta
Musicista: Orchestra Haydn Orchester
Opere di: Oht, Office For A Human Theatre


Questo evento fa parte della serie di eventi

Oper.A 20.21 - Programma 2017/18