Mostre

Uffizi in Passeier

Organizzatore:
Aggiungi al preferiti
Condividere

1944/45 in Passiria furono custoditi 293 dipinti dei musei fiorentini, tra cui opere di Rubens, Caravaggio e Botticelli. Una mostra è dedicata a questa vicenda quasi dimenticata.

Mostra speciale "Uffizi in Passeier"

Perché e come le opere d'arte arrivano in Alto Adige? Perché la Passiria è stata scelta come luogo per ricoverare delle opere d'arte? Quali capolavori si trovavano tra queste? E poi: possibile che si trattasse di un tentativo di trafugamento sotto mentite spoglie?
Partendo da queste prime domande la mostra ricostruisce una vicenda fuori dall'ordinario nella quale si intrecciano storia locale e capolavori di fama mondiale.
Fotografie e riprese dell'epoca trasportano il visitatore nel deposito temporaneo di opere d'arte di 70 anni fa, le cantine con le volte a botte del Sandwirt sono l'ambientazione ideale per questa esposizione. Assomigliano agli spazi dell'ex palazzo di giustizia di San Lorenzo che alla fine della Seconda Guerra Mondiale ospitarono per 10 mesi 293 dipinti degli Uffizi e di altri musei fiorentini, noti in tutto il mondo.

Accanto alla riproduzione dell'ex deposito d'arte con capolavori da Cranach a Botticelli - tre dipinti sono riprodotti a grandezza originale - alcuni elementi grafici esplicativi costellano la mostra allestita su una superficie di 150m2.

L'esposizione è fondamentalmente incentrata sulle diverse prospettive articolate nelle tre sale espositive che ospitano la rappresentazione degli attori coinvolti: le autorità dell'Italia fascista che chiedono indietro i loro tesori trafugati, l'amministrazione militare tedesca che difende il trasferimento di opere d'arte come azione messa in atto per proteggerle, la US-Army che sottolinea il proprio ruolo nella restituzione dei capolavori a Firenze.

Sulla base di brani estratti da atti, lettere e diari i curatori della mostra avvicinano le persone coinvolte nei fatti: su alcune scrivanie si trova della corrispondenza ufficiale e privata per attirare l'attenzione sulle difficoltà da superare, sulle esperienze particolari e sulla responsabilità immensa nell'aver a che fare con opere d'arte di importanza mondiale.

Grazie a queste storie di contorno nella mostra trilingue emerge la centralità anche di altre questioni: cosa comporta la guerra per i beni culturali? A chi appartiene il patrimonio culturale mondiale? E anche: chi si prende cura delle opere d'arte in tempo di guerra?


Informazioni sulla mostra:
Luogo espositivo: le cantine del Sandwirt, via Passiria 72, San Leonardo
Inaugurazione: 22/9/2018 (durata: fino al 31/10/2019)
Orari di apertura: da Ma a Do dalle 10 alle 18 (Chiusura invernale 3/11/2018-14/3/2019)
Costo: biglietto d'ingresso del MuseoPassiria
Per informazioni rivolgersi al MuseoPassiria, 0473 659086, info@museum.passeier.it


validato dalla redazione


Location

Sei il proprietario di un alloggio o di una gastronomico locale e vuoi apparire qui? Per saperne di più qui