Mostre

Revue

Organizzatore: Museo delle macchine da scrivere 'Peter Mitterhofer'
Aggiungi al preferiti
Condividere

Opere verbovisuali dalla Collezione Museion

Nel XX secolo la parola, fino allora medium esclusivo della letteratura, commincia a comparire nelle opere d'arte. In questo contesto gli artisti scoprono anche la macchina da scrivere. La mostra REVUE, composta da 51 opere dalla Collezione Museion /Archivio di Nuova Scrittura, è una cooperazione tra Museion e Museo della macchina da scrivere di Parcines. Tutte le opere esposte sono degli ibridi tra immagine e scrittura, tipici dello spirito trasversale dell'arte moderna e contemporanea. Una parte delle opere si dimostra più vicina alla poesia, un'altra parte più vicina all'arte; altre opere ancora assumono forme totalmente ibride in quanto fusioni perfette di due arti tradizionalmente ben distinte. Curatore della mostra è Andreas Hapkemeyer (Museion).
Le opere di Erika Giovanna Klien e Fortunato Depero, risalenti agli anni '20 del XX secolo, si servono della tecnica del collage, introdotta nell'arte intorno al 1910 da Picasso e Braque. Il collage, cioè l'integrazione nell'opera di frammenti "trovati" di testo o di immagine, vive un'improvvisa rinascita negli anni '50.
Poesia Concreta e Poesia Visiva degli anni '50 e '60 trasferiscono testi scritti nella dimensione visuale o li combinano con frammenti di immagine, di solito di origine mediatica: sono 25 gli artisti e le artiste in mostra. Sia la Poesia Concreta, sia la Poesia Visiva sono fenomeni internazionali più o meno simultaneamente presenti, tra gli altri, in Brasile (de Campos, Pignatari), Italia (Balestrini, Belloli, Blank, Carrega, D'Ottavi, Martini, Munari, Nannucci, Spatola), Germania (Mon), Austria (Gappmayr, Rühm), Cecoslovacchia (Grögerova/Hiršal, Kolař, Valoch,) Stati Uniti (Cage/Sumsion, Friedman, Miller) e Giappone (Niikuni). Esistono dei punti di contatto con un altro fenomeno internazionale, il movimento Fluxus.
La brasiliana De Barros e l'austriaco Feuerstein rappresentano due posizioni più recenti in cui fotografia e alfabeto si congiungono. Come omaggio al museo ospitante, la mostra include una sezione di lavori dedicati alla macchina da scrivere.

Visita guidata con il curatore Andreas Hapkemeyer: 19.10.2018, ore 10 (per le scuole), 10.04.2019, ore 20.30


validato dalla redazione



Informazioni sulla mostra

Implementazione

Curatore: Andreas Hapkemeyer

Vernissage

Benvenuto - Giorno di apertura: Albert Gögele, Letizia Ragaglia, Florian Mussner
Introduzione - Giorno di apertura: Andreas Hapkemeyer

Location e consigli

Qui trovi tutte le location di Revue nonché ristoranti e alloggi consigliati nei dintorni.
Sei il proprietario di un alloggio o di una gastronomico locale e vuoi apparire qui? Per saperne di più qui