Visita guidata

Cottura ed assaggio del pane

Organizzatore: MuseoPassiria - Andreas Hofer
Aggiungi al preferiti
Condividere

Per tutta la mattina si percepirà nell'aria la fragranza del pane appena sfornato, cotto nel forno dell'area museale esterna seguendo la ricetta tradizionale passiriana.

Un tempo in Passiria ogni famiglia contadina provvedeva in proprio alla cottura del pane, elemento basilare dell'alimentazione. Dinanzi ad ogni maso, a distanza di sicurezza onde evitare incendi, sorgeva un forno di cottura; quando nella dispensa i pani iniziavano a scarseggiare, si provvedeva ad accendere il fuoco.
Il MuseoPassiria fa ora rivivere questa tradizione: una volta nel mese, da aprile ad ottobre, è possibile osservare da vicino le fasi di cottura del pane. I nostri esperti "fornai museali" consentono d'osservare il loro lavoro, rispondendo altresì alle Vostre domande o curiosità e svelando i segreti della panificazione.

La pasta acida, seguendo una ricetta tradizionale, viene preparata due giorni prima della fase di cottura: viene quindi lasciata lievitare in ambiente ben temperato per il tempo necessario; la preparazione della pasta termina solo nel giorno della cottura. Nel frattempo viene acceso il forno a legna affinché al momento opportuno possa raggiungere la temperatura adatta. Quando ciò accade, si levano dal forno braci e cenere e si pulisce la superficie di cottura. Solo a quel punto si possono infilare le caratteristiche pagnotte dei "Vinschgerl".


validato dalla redazione