Mostre

click spontanei

Organizzatore: Museo degli Attrezzi agricoli e artigianali
Aggiungi al preferiti
Condividere

Mostra fotografica. Canezza viene raccontata dai “click spontanei” di Carlin

PERGINE. Nuova mostra nei locali del Museo degli attrezzi agricoli e artigianali di Canezza. E ancora una volta di fotografie del paese e dei dintorni.

Si tratta di immagini paesaggistiche o con soggetti e aspetti del luogo. Una documentazione preziosa che si aggiunge a quella di Canezza storica e rende il Museo sempre più interessante non solo per i residenti ma anche e soprattutto i visitatori esterni. Sono proprio questi ultimi a potersi rendere conto e conoscere da vicino una realtà come Canezza: il suo passato, le sue attività agricole e artigianali, l'evoluzione del tessuto urbano, gli aspetti paesaggistici, la presenza positiva e negativa della Fersina (con la recente pubblicazione).

Il "libro" con la storia di Canezza si completa così via via con nuovi elementi frutto anche del lavoro degli stessi residenti. E' il caso appunto della mostra che si sta allestendo in questi giorni e che troverà l'apertura ufficiale domenica prossima 25 novembre (ore 15).
"Click spontanei" è il titolo dell'appassionato lavoro di Marcello Carlin appunto di Canezza. Socio del Gruppo fotoamatori, da anni si diletta con successo nell'arte fotografica. Immortalando soprattutto paesaggi. Queste sue opere saranno appunto esposte nel Museo fino alla fine di febbraio. Con questa nuova iniziativa, il direttivo guidato da Claudio Morelli, si propone di offrire quindi un altro momento che fa parte del quotidiano con l'obiettivo di operare attraverso il Museo per rendere Canezza attiva culturalmente considerando anche l'aspetto paesaggistico e urbano.

Marcello Carlin è un appassionato di fotografia che con curiosa e attenta costanza cerca di catturare gli aspetti più significativi e i momenti di vita che lo coinvolgono. Ecco quindi la grande varietà dei soggetti della sua produzione fotografica: si va dai paesaggi alle varie attività lavorative; dalle manifestazioni che vivacizzano la comunità in occasione di qualche ricorrenza o festività ai luoghi di montagna o di mare particolarmente suggestivi; dagli animali ai dettagli ambientali. Ma è soprattutto nelle fotografie di persone riprese a figura intera o indugiando sui volti che traspare tutta la sua sensibilità e la sua bravura: le donne e gli uomini ritratti sono infatti colti con misura e rispetto, con un garbo poetico che trasmette emozione. Non secondaria e da rimarcare è poi la oggettiva valenza documentaristica di taluni suoi scatti che forniscono alla nostra comunità materiale da conservare e da tramandare. Anche per questo, il museo di Canezza, allestendo questa mostra, vuole in qualche modo ringraziarlo per la sua disponibilità e impegno; ma vuole anche, con semplicità e consapevole convinzione, enfatizzare la sua bravura e le sue capacità sul piano meramente estetico. Grazie ai suoi click spontanei e per niente pretestuosi il museo può quindi presentare una mostra assai bella e gradevole, con la soddisfazione di dare spazio a qualcuno che è un abitante del paese di Canezza.
Si potranno concordare visite anche durante la settimana


validato dalla redazione



Caratteristiche dell’evento


Meteo

Evento suggerito anche in caso di maltempo


Informazioni sulla mostra


Implementazione

Artista: Marcello Carlin.