Mostre

Alexander Tinei - sown by the roadside

Organizzatore: Galleria Doris Ghetta
Aggiungi al preferiti
Condividere

Alexander Tinei ha realizzato un ciclo di opere nuovo per la mostra a Ortisei.

ALEXANDER  TINEI

sown by the roadside

 



Vernissage, sabato, 30/03/2019    ore 19–21

durata della mostra: 31/03 – 20/05/2019

 



 



 

COMUNICATO STAMPA

 

Alexander Tinei nasce nel 1967 in Moldavia, da
diversi anni vive e lavora a Budapest. Il suo studio spazioso gli permette di
creare opere dalle grandi dimensioni, lavorando in parallelo su più dipinti in
diversi formati. Nascono così delle serie che possono essere riassunte in base
al tema trattato. La Galleria Doris Ghetta è lieta di dedicare una mostra
personale a questo grande pittore nei suoi spazi a Pontives. In occasione di
questa mostra, Alexander Tinei ha realizzato un ciclo di opere completamente
nuovo, che rappresenta uno sviluppo fondamentale rispetto ai suoi lavori
precedenti, pur facendo riferimento ad essi in termini di contenuto e tecnica.

" measuring the roots ” è il titolo di alune delle opere appartenenti a questa nuova serie. I
soggetti raffigurati tengono in mano un metro pieghevole. Le radici a cui si
accenna nel titolo caratterizzano lo sfondo del dipinto e definiscono lo spazio
che circonda le figure. Diversamente dalle opere precedenti di Tinei, in cui si
potevano vedere queste radici attraversare i corpi dei soggetti rappresentati
come delle venature a vista, ora esse si 
liberano dei corpi e diventano l’elemento che determina lo spazio. A
livello simbolico le radici fanno riferimento, assieme al metro pieghevole,
alla ricerca da parte dell’artista della propria identità e delle proprie
origini culturali. Allo stesso tempo questo nuovo ciclo di opere rappresenta
anche un interesse per la tradizione e le possibilità offerte dal mezzo
pittorico stesso.

Questi quadri contengono elementi importanti che
riguardano il modo stesso di dipingere, come la ricerca sul tema del ritratto,
ma anche un nuovo modo di trattare il colore, la struttura e la superficie
pittorica. Il ritratto rappresenta la grande passione di Alexander Tinei ed è
uno dei temi principali delle sue opere. Da molti anni l’artista si confronta
con questo canone classico, analizzandolo nelle sue ricerche in tutte le sue
sfaccettature, possibilità e dimensioni storico-artistiche; Tinei approfondisce
il modo in cui importanti pittori classici e contemporanei affrontano il tema
del ritratto, come Gerhard Richter, Marlene Dumas, ma anche Modigliani,
Velasques, Goya, di cui integra ripetutamente nelle sue opere le strategie
pittoriche. Da qualche tempo Tinei ritrae nei suoi lavori persone giovani:
modelle, blogger o figure anonime prese dai social media. Queste provengono da
un mondo caratterizzato dall’autoritratto, dalla pubblicità e dal marketing, e
rispecchiano i tempi moderni, le nostre pose e le nostre modalità di
rappresentazione.

Se nelle opere precedenti gli sfondi dei dipinti
di Tinei rappresentavano spazi e paesaggi realistici, adesso è un mondo
astratto che circonda le figure. Quest’ultimo è caratterizzato da campi di
colore che contrastano con le superfici in bianco e nero. La pittura dai colori
marcati è nuova per Tinei, e rappresenta un fattore rilevante in questi
dipinti. Il colore espleta quindi la funzione di un veicolo emotivo che
trasmette gioia o tristezza, spavento o tranquillità, e così via, in maniera
equiparabile all'uso del colore che si ritrova nei dipinti di Edward Munch.

Da un punto di vista tecnico, Tinei ha iniziato
da poco a lavorare con il nastro adesivo, che utilizza per conferire ritmo e
struttura alle immagini. I suoi dipinti sono ora più interessati alla
struttura, alla texture e alle infinite possibilità che la tecnica pittorica
offre, mentre l'aspetto narrativo passa in secondo piano. Un aiuto importante è
rappresentato dalla tecnica del collage, in quanto Tinei non solo esplora e
sovrappone contenuti tipici della pittura, ma anche diverse strutture
superficiali, accostando nel quadro diverse tecniche pittoriche ad una texture
emozionante e variegata.

Nonostante il processo di realizzazione lungo e
complesso, che vede Tinei assemblare le singole parti dell'immagine come in un
puzzle, le sue opere appaiono leggere e fresche, come se fossero state create
nel corso di un’unica giornata.

Con questo ciclo di lavori, Tinei intraprende una
ricerca sulla pittura, vista come un modo diverso ed emozionante di costruire e
riflettere sulla realtà.

 

Sabine
Gamper

 

Alexander Tinei, nato
nel 1967 a Caushani, Moldavia, vive e lavora a Budapest.

Mostre personali e collettive in Europa, USA e Giappone.































































 


validato dalla redazione



Informazioni sulla mostra


Vernissage

Künstler/in anwesend Mit Vernissage